SPETTACOLO DI TEATRO MUSICALE
di Luigi Alberton, racconto tratto dallo Stralisco di Roberto Piumini



La storia commovente di un bambino e del suo salvifico incontro con un pittore e l'Arte. Matteo Belli, attore dalle molte voci, fa vivere sulla scena i personaggi della storia e le loro emozioni.

Si intrecciano al suo racconto il canto limpido di Elisa Maso e la voce struggente di un violino. Le raffinate armonie del quartetto acustico (Tommaso Luison o Valentino Corvino al violino, Andrea Troian alla chitarra classica, Riccardo Di Vinci al contrabbasso, Luca Nardon alle percussioni) evocano i luoghi e le atmosfere della storia: se il violino ne interpreta i sentimenti più intimi, il canto celebra l'Arte e l'amore per la Natura.

In consonanza con le musiche, le luci colorano eteree scenografie, creando atmosfere sospese, di ascolto vibrante. Il Drago e lo Stralisco è un'esperienza intensa, che tocca nel profondo le corde del cuore.


Il racconto e la musica


Un sultano chiama alla sua corte un pittore affinché possa allietare con la sua arte gli ultimi mesi di vita del figlio. Nasce tra il pittore e il bambino un'amicizia profonda basata sull'arte: l'arte diventa tramite per conoscere e creare il mondo, diventa fonte di meraviglia e di gioia, alimento, strumento per vivere con pienezza… e per morire con serenità. Lo Stralisco è l'opera forse più celebre di Roberto Piumini, pubblicata da Einaudi nel 1987. Nata come romanzo per ragazzi, è una lettura fondamentale anche per gli adulti.

Le musiche e le canzoni sono tratte da due album di Luigi Alberton: testi destrutturati, musica acustica, uno sviluppo melodico che segue vie inconsuete… Suoni rarefatti e intensi che entrano in risonanza con tutti i nostri sensi e arrivano al cuore... I brani sono un canto d'amore per la Natura, madre da amare e proteggere, e sono un inno alla Ricerca e all'Arte, bisogni fondamentali per l'uomo e la sua evoluzione.



. . . Svegliati, Madurer. Guarda.
Lo stralisco! Tutte le spighe splendono e oscillano al vento. È una notte serena, Madurer . . .

L'AUTORE: NOTA BIOGRAFICA
Luigi Alberton >

VUOI PORTARE "IL DRAGO E LO STRALISCO" NELLA TUA CITTÀ?
Scheda infotecnica.pdf


PERFORMANCE REALIZZATE


TEATRO FOCE - LUGANO (CH)

21 settembre 2014. Un pubblico attento e partecipe ci accoglie al nostro debutto a Lugano con Il Drago e lo Stralisco. Ringraziamo lo staff del Teatro Foce e del Dicastero Giovani ed Eventi-Città di Lugano per l'ospitalità. - Locandina PDF


TORRE DI MALTA DI CITTADELLA (PD)

20 dicembre 2010. Questa serata è sbocciata come un fiore nella terra buona: ciascuno di noi ha messo a disposizione il proprio tempo e il proprio talento, senza chiedere nulla in cambio, se non il piacere di condividere e creare insieme. È un segno tangibile di un cambiamento possibile ed è un messaggio che non ci stancheremo mai di dare. Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno reso possibile questo evento: il pubblico, il nostro team e i nostri artisti, Alessandro Berno (foto e riprese), il custode della Torre Luigi e il Comune di Cittadella. - Pieghevole PDF - Locandina JPG


FORTE DEI MARMI (LU)

24 settembre 2010.Il Drago e lo Stralisco viene presentato per la prima volta in occasione del VII Convegno di Foniatria e Logopedia 'La voce artistica' a Forte dei Marmi, organizzato dal prof. Franco Fussi. Interpreti e musicisti: Elisa Maso, canto; Davide Bregolato, voce narrante; Erica Zerbetto, violino; Andrea Troian, chitarra; Riccardo Di Vinci, contrabbasso; Luca Nardon, percussioni. Ringraziamo il prof. Franco Fussi per l'ospitalità; lo staff del Convegno e della Capannina; Monica Alberton per il dipinto del manifesto. - Locandina JPG


GLI ARTISTI

Tutte le persone che hanno partecipato al progetto Il Drago e lo Stralisco hanno contribuito non solo con la loro esperienza ma anche con la loro umanità, in un sentire comune che sulla scena crea un effetto "orchestrale" di grande equilibrio e profonda armonia. È quest'armonia a raggiungere coloro che vivono questa esperienza e a "risuonare" nel loro intimo.

Le voci soliste. Paragonato a Dario Fo e a Carmelo Bene, Matteo Belli è uno sperimentatore della voce: le corde vocali sono come duttili strumenti dalle mille sonorità che materializzano sulla scena vividi personaggi sonori; è attore, mimo, giullare, autore e regista teatrale (www.matteobelli.net). Interprete di grande intensità, Elisa Maso da molti anni esplora come voce solista le molte facce del jazz e parallelamente approfondisce altri universi del suono: la vocologia, la sperimentazione vocale, la musicoterapia. Nella sua ricerca vocale aspira a quella che definisce "Arte Pura": linguaggio del cuore, libertà dei sensi, purezza dell'essere.

I musicisti. Quattro grandi talenti s'incontrano sulla scena del Drago e lo Stralisco, arrivando dalle strade più diverse: musica classica e barocca, musica etnica, rock, funky, jazz e blues. Ed è subito un consonare di voci. Nel tessuto armonico della chitarra classica di Andrea Troian fiorisce, in contrappunto al canto, la voce dell'intimo del violino di Tommaso Luison o di Valentino Corvino, mentre i suoni di terra e di cuore delle percussioni di Luca Nardon rispondono alle sensuali vibrazioni del contrabbasso di Riccardo Di Vinci. L'armonia scaturisce con grande naturalezza ed ha all'origine il gusto da tutti condiviso per la ricerca e la sperimentazione, il piacere d'incontrare altre forme d'arte (la luce, la parola parlata, l'immagine, la forma) e cercare forme sempre nuove di dialogo con esse.

I "musicisti" dietro le quinte. Invisibile, il team di Immaginario Sonoro è "un'orchestra che suona" dietro le quinte, con la regia visionaria e musicale di Luigi Alberton. A creare l'armonia della scena e dell'esperienza sono il suono magnetico e vibrante di Paolo Bernardini e le luci narranti di Massimo Pepe, che dipingono le scenografia di Bellarmino De Poli (Onde) realizzate con l'aiuto di Monica Alberton. Ciascuno, nel team, ha alle spalle una ricca esperienza professionale e un proprio percorso di ricerca artistica. In comune hanno gli stessi valori, la stessa idea di arte e di ricerca e insieme hanno già realizzato con Immaginario Sonoro molti progetti: musica, cinema, installazioni, opere editoriali.

Gli autori. "Esploratore dell'arte", Luigi Alberton ha fatto della ricerca un modo d'essere, nella vita professionale e artistica. La sua è arte dell'intimo, da vivere in ascolto profondo, è ricerca dell'essenza, è arte portatrice di valore e di bellezza. La sua filosofia è espressa da Immaginario Sonoro, centro per la ricerca artistica da lui fondato. In questo progetto, Alberton è coadiuvato da Maria Cristina Leardini. Roberto Piumini è uno degli autori per bambini (e non solo) più amati nel panorama italiano. Ha pubblicato racconti, romanzi, traduzioni, raccolte di poesie e filastrocche, canzonieri, collaborando spesso con illustratori, musicisti, attori. Lo Stralisco (1987, Einaudi Ragazzi) è stato tradotto in 6 lingue. (www.robertopiumini.it).

GUARDA I COMMENTI E LE FOTO

Jasmine | 9/11/11
Complimenti al narratore ed al percussionista in particolare.



6/11/11
Spettacolo emozionante, sonorità coinvolgente e definita, atmosfera visiva poetica... davvero complimenti a tutti, bravi.

Luigi | 10/02/11
Percepisco in questo tuo lavoro una summa di esperienze e percorsi originali che, con la presuzione di conoscerti un poco, ritengo caratterizzi il tuo essere artista a tutto tondo. La bravura dei vari protagonisti si inserisce magnificamente in un'atmosfera magica. Una delizia per i sensi ed un forte invito, per chi lo vuol fare, ad esplorare/esplorarsi attraverso le immagini ed i pensieri che il semplice "contatto" con l'opera riesce a stimolare.



Paolo | 9/02/11
Il Drago e lo stralisco piace tanto anche a Pietro. Sta lì, incantato a sentire le vibrazioni.

Amedeo | 27/12/10
Sono passati alcuni giorni dall'aver partecipato all'ascolto dello spettacolo "Il Drago e lo Stralisco", con mio grande stupore, risuonano ancora in me miriadi di effetti prodotti dalla eccezionale qualità rappresentativa: contenuti del Cuore e bellezza dell'Anima, sono le forme che incontro nel mio immaginario. Arte incoraggiante in espansione, con "Voci di certezze" per l'umano sentire. Grazie a tutti voi.

Sabina | 23/12/10
Grazie di nuovo per lo spettacolo di lunedì... è stata un'emozione indescrivibile...



Margherita | 23/12/10
... Desideravo ringraziarvi inoltre per l'opportunità che mi avete offerto invitandomi al vostro spettacolo. È stato un momento molto intenso, come se nella quotidianità irrompessero lievi lo spazio rarefatto e il tempo dilatato di una bellezza possibile del vivere. Mi piace credere che gli echi e le limpidezze colorate abbiano oltrepassato i confini della torre. Con affetto.

Lidianna | 21/12/10
Risuonano echi nel profondo: una voce, più voci distinte e all'unisono, si affacciano, si espandono innalzandosi, invitano all'ascolto di sé, ricordano: Essere -non solo esistere- essere creando, per rendere efficacie la vita e carezzevole la trasformazione. Creare, esprimere e comunicare l'arte che è in noi. Così l'universo vivrà in noi e noi in esso. Grazie a tutti.



Silvia | 21/12/10
Ciao Luigi, anche questa volta mi sono emozionata profondamente. L'attore ha una voce stupefacente. Per non parlare dei vostri occhi scintillanti e dei sorrisi sinceri che - come semi in un terreno fertile - sono passati all'audience insegnando che una passione condivisa è un'idea che prende corpo, è materia plasmata. Sono andata a dormire felice perché anche ieri la vita, attraverso te, mi ha insegnato molto.

Luca | 21/12/10
Ieri sera è stato stupendo, tutto equilibrato e perfetto. Vorrei dire che serate come ieri sono salutari e liberano la mente. Vi abbraccio forte.

Anna | 20/12/10
Eli, subito dopo poco che lo spettacolo è cominicato qualche mattoncino di quelli che mi difendono dalle emozioni è caduto e nel giro di poco mi sono sentita nuda e debole ma di piacere mai sentito. Mi avete, mi hai tu emozionata come mai nessuno... È stato indescrivibile...



Fabiola | 20/12/10
Ciao Ely, non ho parole per dirti quanto sono stata entusiasta dalla vostra professionalità. Un gruppo davvero eccellente. Studiato tutto nei dettagli... Ho avuto per tutto il tempo la sensazione di essere dentro la storia! Ho dovuto trattenere le lacrime...

Renato | 20/12/10
Un evento straordinario...

Giulia | 20/12/10
...che meraviglia… struggente, commovente, coinvolgente... grazie, dal cuore.

Letizia | 20/12/10
che splendida compenetrazione delle parti... armonia... Grazie.

Gianluca | 20/12/10
Veramente eccezionale



Sabina | 20/12/10
Grazie per avermi fatto sognare...

Daniela | 20/12/10
Dopo aver visto lo spettacolo ho compreso il perché del mio entusiasmo per questa serata. Sono rimasta coinvolta e attratta dalla qualità dello spettacolo. Vi ringrazio immensamente.

Silvia | 20/12/10
Grande emozione. Inutili tante parole per dire quello che si prova. Grazie.

Fabiola | 20/12/10
Emozionante, coinvolgente. Siete stati strepitosi. Grazie.

Simone, Elena | 20/12/10
Trasporto Immersione...



Marianna e Renato | 20/12/10
Inizio e fine di una vita con tutte le immagini di bellezza e i suoni che, presi dalla vita, non vediamo.

Elena | 20/12/10
Grazie per l'emozione che mi avete dato, ho pianto di gioia.

20/12/10
Veramente magico... grazie.

Luca | 20/12/10
"stre-pi-to-so", come sempre!

Sonia e Luca | 20/12/10
Una rappresentazione raffinata ed elegante.

Agnese | 20/12/10
Profondo e commovente. Veramente sentito! Meraviglioso! PS. Ovviamente il vestito della Eli era fantastico!

Eleonora e Loris | 20/12/10
È meraviglioso poter sentire battere forte il cuore quando è il cuore stesso ad essere in perfetta sintonia con la musica. Non si può che seguire il suono che si accorda con il proprio cuore. Grazie infinite a tutti voi.



Monica | 20/12/10
Questo spettacolo è la dimostrazione che quando le cose partono dal cuore è apoteosi. Grazie.

Cristina | 20/12/10
L'ho visto nascere, questo spettacolo: ho visto il talento, l'impegno, la passione, l'armonia. Li ho gustati con gioia e ne ho fatto tesoro. Grazie.

20/12/10
Onirico e coinvolgente

20/12/10
Emozionante! Complimenti a tutti!

20/12/10
Emozione pura, un brivido nel cuore, un sussulto dell'anima. GRAZIE



20/12/10

Il fascino di un ritmo ancestrale che viene da dentro noi è il nostro vero io...

Simone | 20/12/10
Introspettivo

Donata | 20/12/10
Coinvolgente, diretto al cuore, evasivo, meditativo, impegnativo, surreale.

Ele | 20/12/10
L'armonia che genera il suono rende un silenzio interiore che nessuno a parte noi stessi riesce ad ascoltare. Grazie.

Angiola | 20/12/10
Incantevole! Poter volare in questo mondo fantastico, immaginare il tutto, lasciarsi andare e sentire il librare di voci lontane dentro sé. Grazie.

Carla | 20/12/10
Grande cura di ogni dettaglio.

20/12/10
Illuminato tra terra e cielo



20/12/10
Piacevolmente sorpreso da uno spettacolo che ha regalato intense emozioni.

Loretta, Cristina, Monica | 20/12/10
La musica esprime lo stato d'animo della storia e lo trasmette in modo completo anche in noi semplici spettatori. Magnifico!

Elisa Maso | 24/07/10
Questa prima performance di "Il Drago e lo Stralisco" m'ha dato la vera consapevolezza che la Musica non è solo un'Arte nata per essere ascoltata. Sarà stato il locale così suggestivo, la meravigliosa armonia tra noi musicisti, le luci su quel palco… ma io quella sera l'ho anche gustata, toccata e guardata negl'occhi… la Musica.

Forse per la prima volta ho sentito la ‘fusione' dei sensi in un'intima impercettibilità… una piacevole e conturbante sensazione che m'ha tenuta piacevolmente sospesa per tutta la durata dell'esibizione. Ho cantato col Cuore… ai Cuori di chi s'è lasciato anche solo sfiorare dalla magia delle parole di ogni singolo strumento…

Ho riscoperto, grazie a ‘Drago' e a ‘Lo Stralisco', il potere della Natura, un irrefrenabile desiderio di Crescita Interiore, una profonda Fiducia in Me Stessa e in chi condivide le stesse vibrazioni. Sì, quella sera ho compreso davvero cosa significhi Creare, Risuonare e Risplendere di luce propria.

Grazie Luigi, grazie Musica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo nome Inserisci il nome della tua città
Scrivi il tuo messaggio
Grazie!

Trattamento dei dati personali: Privacy